Home Gite fuori porta Sulla Ciclovia dell’Acquedotto Pugliese con i bambini

Sulla Ciclovia dell’Acquedotto Pugliese con i bambini

da freschilaura.xx@gmail.com
3 min leggi
Sulla Ciclovia dell'Acquedotto Pugliese con i bambini

Il percorso della Ciclovia dell’Acquedotto Pugliese è una delle esperienze assolutamente da non perdere in Puglia.

E’ un’ottima idea per chi vuole scoprire la Puglia in bici e anche per le famiglie che vogliono scoprire la Ciclovia dell’Acquedotto Pugliese con i bambini facendo una gita nella natura.

La Ciclovia dell’Acquedotto Pugliese

La Ciclovia dell’Acquedotto Pugliese è lunga circa 500 km: parte dalla Campania, dalle sorgenti di Caposele (provincia di Avellino) e arriva in Salento, a Santa Maria di Leuca seguendo la storica condotta dell’Acquedotto Pugliese realizzata tra il 1906 e il 1939.

Non aspettatevi una ciclovia dal percorso omogeneo e dal fondo asfaltato. Tutt’altro. La condotta si intreccia con vie rurali, borghi sperduti, colline. Molti tratti sono decisamente adatti a cicloturisti, non necessariamente esperti ma sicuramente ben attrezzati.

Ponte Figazzano lungo la ciclovia pugliese

Secondo gli intenditori la bici più idonea per affrontare l’intero percorso è la gravel (di cui io ignoravo l’esistenza!).

Ma non tutta la ciclovia è solo per appassionati ed esperti delle due ruote.

La Ciclovia dell’Acquedotto Pugliese con i bambini: la Via dell’Acqua

Se buona parte della ciclovia richiede impegno e attrezzatura adeguata, alcuni percorsi sono decisamente alla portata delle famiglie.

Oggi vi parlo del tratto che si snoda tra i borghi della Valle d’Itria e va da Locorotondo a Manduria.

In particolare, per le famiglie che vogliono scoprire la Ciclovia dell’Acquedotto Pugliese con i bambini, è perfetto il percorso che potrete geolocalizzare con il nome Via Dell’Acqua: si tratta di circa 15 km di ciclabile da poco rimessi a nuovo che parte da Locorotondo e arriva a Ceglie Messapica.

E’ un percorso facile e agevole da percorrere in bici grazie al manto di pietrisco pressato e un dislivello davvero minimo, appena l’ 8%. In molti lo percorrono anche a piedi.

Lungo la Via dell’Acqua ci si immerge nei colori e nelle forme tipiche della Valle d’Itria: la lussureggiante vegetazione sempreverde che brilla sulla calce bianca dei trulli di cui la valle è costellata.

vegetazione della Valle d'Itria

La Ciclovia dell’Acquedotto Pugliese con i bambini: la Valle d’Itria

Nel caso 15 km fossero troppi, soprattutto per i bambini più piccoli o spingendo il passeggino, vi consiglio di partire direttamente da Cisternino, dal punto geolocalizzato come GAL “Valle d’Itria” in contrada Figazzano tra Locorotondo e Cisternino.

Punto di riferimento di questo tratto è il Ponte Figazzano, costruito nei primi anni del ‘900 e lungo 200 metri. Si tratta di una costruzione imponente e determinante per assicurare l’acqua ai comuni di Locorotondo, Cisternino e Martina Franca.

É solo uno dei cinque ponti che caratterizzano la Via dell’Acqua, tutti recentemente riqualificati.

Questo tratto lo abbiamo percorso qualche anno fa per 3 km.  Elena aveva circa 9 mesi e Alessandro 6 anni. La bellezza che ci ha circondato ci ha riempito gli occhi!

La Ciclovia dell’Acquedotto Pugliese: quando andare

E’ una gita da organizzare in una bella giornata in primavera o autunno perché ci sono pochi tratti all’ombra dove ripararsi dal sole. Vi consiglio quindi di evitare le calde e afose giornate estive.

campagna pugliese lungo la ciclovia

La Ciclovia dell’Acquedotto Pugliese: dove mangiare

Il Ponte Figazzano dista 4 km circa da Cisternino; qui potrete trovare tanti localini per un pranzo tipico pugliese. Il paese, in particolare, è famoso per l’ottima carne alla brace e soprattutto per le “bombette” , degli involtini di capocollo di maiale ripieni di caciocavallo e aromi. Dopo aver mangiato è imperdibile il giro nel centro storico, dove potrete divertirvi con i bambini a trovare le altalene dislocate per le vie del borgo antico. Proprio per questa particolarità Cisternino è nota come “il paese che dondola”.

La Ciclovia dell’Acquedotto Pugliese con l’audio guida

Se come noi amate essere guidati nelle attrazioni turistiche e nei musei, vi suggerisco di scaricare, se non l’avete ancora, l’app gratuita https://izi.travel/it/app, che raccoglie audioguide per 3000 città in tutto il mondo.

Accedendo all’applicazione andate sulla categoria “Sto andando a…” poi scegliete la nazione (Italia)  e la regione. Per ogni regione ci sono più opzioni. In questo caso cercate “Puglia, Martina Franca” e, all’interno, l’audioguida “Sulle vene della Puglia”. Potrete contare su 15 mini audio che vi accompagneranno, con il supporto della mappa, alla scoperta della Via dell’Acqua.

Se hai piacere di scoprire altre informazioni sulla Puglia non perderti la mia Pagina Facebook Viaggi a portata di mano

Ti aspetto!

Viviana

Viviana

Ciao, sono Viviana: pugliese, giornalista, moglie di Gabriele e mamma di Alessandro ed Elena.

La mia vita si divide tra il lavoro e la famiglia. I viaggi non sono mai stati una priorità finché ho capito quanto siano importanti per unire la famiglia. Ma poiché il tempo resta sempre un problema, optiamo per gite nella nostra splendida Puglia cercando attività a misura di bambino. Le nostre esperienze e i miei consigli trovano spazio oltre che su Facebook, nel mio profilo IG “Viaggi a portata di mano” e nel mio blog “Viaggi a portata di mano”.

Se vuoi conoscere cosa visitare con i bambini in un’altra città italiana puoi leggere i miei consigli su Trieste.

You may also like

Lascia un Commento

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che tu sia d'accordo, ma puoi annullare l'iscrizione se lo desideri. Accetto Informazioni